LO YOGA NEL LABORATORIO MUSICALE PER BAMBINI

Oggi il tema del giorno riguarda un argomento a me particolarmente caro, ovvero la creazione dell’atmosfera e dell’ambiente genuino ed equilibrato all’interno dei cosiddetti corsi di “propedeutica” musicale.

Una piccola parentesi: trovo che la parola “propedeutica”, scritta volutamente tra virgolette, non sia totalmente appropriata quando si parla di musica: ciò perchè si presuppone che il propedeutico abbia una valenza minore rispetto al successivo “step”: invece la musica si fa fin da subito, semplicemente usando altri codici e altre modalità, per questo trovo più consona l’espressione “laboratorio musicale”.


Ritornando a noi: la creazione di un’atmosfera equilibrata è fondamentale, perchè i nostri ospiti sono nell’età del più grande assorbimento di informazioni: mostrare loro la “prova” che sia possibile giocare, imparare e divertirsi, essendo sè stessi, stimolando la curiosità in libertà, è a mio avviso una condizione che dobbiamo loro di diritto, per rispetto della loro formazione.
Dalla mia esperienza ho trovato che iniziare la lezione con lo Yoga sia l’approccio più efficace.

Innanzitutto è da ricordare che la pratica Yoga si associa a equilibrio, osservazione: come in musica si “osserva” con le orecchie, nello yoga si osserva la natura, gli animali, le piante, i fenomeni atmosferici: in questo modo andiamo a creare una sensibilità notevole all’ambiente circostante, rendendolo interessante, vario; andiamo inoltre a stimolare l’autocoscienza dei bambini.
Trovo che iniziare la lezione con 4 o 5 posizioni semplici ed evocative sia il modo più funzionale e divertente per mettere a loro agio tutti i bimbi.


Affinchè lo Yoga sia efficace, abbiamo la necessità di: 1- distendere, 2- eseguire, 3- rilassare.
A tal proposito, trattandosi comunque di esercizi fisici, è consigliabile che i bambini non arrivino da un pasto appena consumato, che indossino abiti comodi e che abbiano la possibilità di bere qualora ne sentano la necessità.


Ricordo che i bambini hanno bisogno di uno spazio in cui abbiano la possibilità di sentirsi bene: a tal proposito, per renderlo più accogliente, possiamo introdurre un diffusore di profumo, dei cuscini, o dei poster.

Ho trovato di grande ispirazione la lettura di tre testi, che mi sento di consigliare a chi fosse interessato e volesse approfondire questo argomento:

“Benessere yoga per bambini” di Angela Dunemann-Gulde ed. Erickson (https://www.amazon.it/Benessere-bambini-respirazione-rilassamento-relazione/dp/8861374387)

“Le tecniche di respirazione yoga” di Maurizio Morelli ed. red!

(https://www.amazon.it/tecniche-respirazione-yoga-Ediz-illustrata/dp/8874475845)

“Musichiamo” percorso di educazione musicale per bambini dai 2 ai 6 anni – di Fulvia Rizonico e Marcella Oddi

(https://www.amazon.it/Musichiamo-Percorso-educazione-CD-Audio-Fascicolo/dp/8878745707/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&dchild=1&keywords=marcella+oddi&qid=1588767753&s=books&sr=1-1)

Angelica Pianegonda, Fara Vicentino, Maggio 2020

Foto: allievi della scuola “Progetto Musica” di Valdagno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: